Café di lettura
Tuttosport
Café di lettura
 

Eliminare definitivamente il contributo?
Nascondere definitivamente il contributo?
Il testo è troppo corto!
Il titolo è troppo corto!
Tuttosport
+++ Rivista sportiva per Italia +++

Postare un nuovo elemento
Punti a catinelle
Mercato

Primavera, passibile di promozione su richiesta.
AS, Gennaro Petrucci, 17enne, tecnica 38.

19^ giornata

Trasferta ad Albinoleffe contro una compagine che ci sta sotto in classifica. Effettivamente teniamo il campo e sembriamo noi quelli da battere ma la prima ora di gioco non regala reti: al 60’ Bezzi, unico attaccante ancora in rosa, sblocca ma facciamo presto a cantare a cantare vittoria. Al 71’ giunge il pareggio e quello ci teniamo fino al fischio finale, pur giocando in superiorità per 10’. 1-1 stretto.

20^ giornata

Ospitiamo il Sansepolcro, team d’alta quota, e si preannunciano sonore batoste visto l’andazzo del nostro campionato. Al 6’, però, è Valentini che ci porta avanti di uno e poi assistiamo ad una partita di puro controllo e poco spettacolo: da segnalare l’esordio del nuovo CA portoghese Barbosa, 23enne da tecnica 69. Vittoria inaspettata ma meritata.

Ci si inizia a muovere per la prossima stagione: Birindelli, PO 36enne da tecnica 54, sarà sostituito dal 22enne Meissner, 67 di tecnica. Come CC arriverà il 30enne Matthieu con un venerabile 74 di tecnica. Ancora ci si muove per un altro CC e un CS.


Si riparte con una vittoria
Mercato

Primavera, passibile di promozione su richiesta.
AS, Gennaro Petrucci, 17enne, tecnica 36.

18^ giornata

Inizia il girone di ritorno, sfida ai penultimi del Tanas Casalotti, saliti direttamente dal Lazio tra le Alpi di Sondrio. Partita alquanto umiliante per le velleità offensive dei romani, che non vedono mai, e ripeto mai, la porta, concludendo il match con zero tiri fatti. D’altro canto siamo stati polli noi e non piazzare grappoli di gol: Bezzi (unico attaccante attualmente in rosa) al 13’ sigla quell’1-0 che sarà il risultato finale. Tre punti vanno sempre bene ma ci si attendeva qualcosa in più.
Siamo ancora decimi, mediocrità stagionale.
Attendiamo fiduciosi gli esiti di mercato.


Neues Stadion für AC Belluno
Nach einem Jahr Bauzeit ist die neue AC Belluno-Arena mit einer Kapazität von 27.000 Plätzen nun fertig gestellt worden. Die Kosten für das Stadion, dessen Bau wegen Anwohnerprotesten eine Weile geruht hatte, belaufen sich auf 49.999.904 Credits. Das alte AC Belluno-Stadion wird zukünftig dem Freizeit- und Breitensport zur Verfügung stehen.
Rainer Eisenschuh
20/02 00:00

Ritrovare la tramontana
Prima squadra.
Sforza, CA 23enne, tecnica 77, in vendita a 2,5 M;

Primavera, passibile di promozione su richiesta.
AS, Gennaro Petrucci, 17enne, tecnica 36.

Coppa di serie - 4^ giornata

Proviamo a passarlo, questo girone di Coppa, e all’arrivo della Messinese scendiamo in campo decisi a fare bene. Tiriamo, teniamo palla, dribbliamo vittoriosamente e riprendiamo lo svantaggio con Magnani al 51’. Non basta la convinzione se gli avversari segnano un gol più di te, però: al 53’ finiamo ancora sotto e recuperiamo più. Non siamo estromessi dalla competizione ma si fa complicata. Eppure non avevamo preso sottogamba la sfida.

13^ giornata

La Virtus Lamezia ancora non ha perso una partita e arriva a Sondrio coi favori del pronostico. Stadio quasi pieno ma premiamo sull’acceleratore e passiamo in vantaggio con Valentini. Cediamo sul possesso e, alla lunga, la paghiamo: se il Lamezia è secondo un motivo ci deve essere, tipo quello di giocare bene e di non arrendersi. Arriva il pareggio all’82’, quando quasi si stringeva l’impresa tra le mani. Non male come punto, comunque, vista la caratura avversaria.

14^ giornata

Andiamo dalla Trevigliese che in classifica non se la passa benissimo: squadre chiuse, si tira poco anche se la palla la abbiamo quasi sempre noi e negli 1vs1 abbiamo la meglio. Bastano 5’ per vedere Sforza andare a rete e altri 6’ per vedere pure l’esultanza di Stalenkow. Sicuri sul 2-0, sostituzioni di rito e il subentrato Bezzi firma il finale 3-0 in apertura di ripresa. Match chiuso già al 48’. Tre punti belli e buoni.

In classifica risaliamo la china: nono posto, +11 dalla D e -11 dalla B.


Neues Stadion für SS Polinago
Nach einem Jahr Bauzeit ist die neue SS Polinago-Arena mit einer Kapazität von 79.000 Plätzen nun fertig gestellt worden. Die Kosten für das Stadion, dessen Bau wegen Anwohnerprotesten eine Weile geruht hatte, belaufen sich auf 199.528.284 Credits. Das alte SS Polinago-Stadion wird zukünftig dem Freizeit- und Breitensport zur Verfügung stehen.
Rainer Eisenschuh
14/02 21:20

Luci e ombre
Prima squadra.
Sforza, CA 23enne, tecnica 77, in vendita a 2,5 M;

Primavera, passibile di promozione su richiesta.
AS, Gennaro Petrucci, 17enne, tecnica 36.

11^ giornata

Forte Sondrio ospita Sesto Campano e la partita è all’insegna della sofferenza. Erigiamo barricate, tiriamo poco ma teniamo la palla e forse la chiave di volta è proprio questa: spezziamo l’iniziativa avversaria e al 79’ Bezzi (entrato all’intervallo) sblocca la partita, per fissare l’1-0 finale. Vittoria inaspettata, forse immeritata.

12^ giornata

Voliamo a Messina, carichi a bomba viste le recenti vittorie, e sul campo ostico della Messinese dettiamo legge. Se l’intervallo segna ancora 0-0, la ripresa suona un’altra musica: andiamo infatti sotto ma riprendiamo il pareggio al 55’ con Bezzi, entrato al posto dell’infortunato Sforza appena qualche minuto prima. Purtroppo al 66’ arriva l’1-2 e da questo ulteriore svantaggio non ci rialziamo. Si perde, si resta nei bassifondi: sebbene quinti come forza, ci ritroviamo 12esimi. Brutta storia.


Bollino rosso
Prima squadra.
Sforza, CA 23enne, tecnica 77, in vendita a 3 M;

Primavera, passibile di promozione su richiesta.
AS, Gennaro Petrucci, 17enne, tecnica 36.

9^ giornata

Il pronostico, quando è nostro sfavore, viene puntualmente rispettato. Così è contro la Puteolana: superiore di forza, non cede al fattore campo e sale a Sondrio a fare scorribande. Già alla fine del primo tempo il risultato è quello finale (guardiamo il bicchiere mezzo pieno dell’aver retto 45’ senza beccare reti): uno 0-2 che non lascia scampo.

Si annaspa all’undicesimo posto, +6 dalla D e -8 dalla B. Mezza classifica, ossia zero aspirazioni.


Nuovi Record!
Continua a crescere la forza della squadra, da qualche giorno è stato raggiunto per la prima volta un livello pari a 600 ad inizio partita, che è già salito a quasi 615.
Si ci prepara per l’ esordio, prima volta della storia di questa società in Serie C a partire dal 10 Marzo.
Dopo 44 stagioni di Promozione, Eccellenza e Serie D, a sole 9 stagioni dal nostro insediamento finalmente il Cosenza potrà iniziare a giocare nei grandi stadi di serie C.
I lavori per adeguare lo stadio sono stati quasi ultimati, 250 nuovi posti a sedere e l’aggiornamento di 1000 posti in piedi in posti a sedere. Per il 24, giorno del Big match in casa contro l’ irraggiungibile Rieti sarà anche inaugurata la Tribuna Nord sperando in un maggiore afflusso di tifosi.
Intanto la classifica sembra essersi ormai pietrificata, e si spera rimanga così fino alla fine.
FC Rieti, zero sconfitte e zero pareggi, solo una sfilza di vittorie.
A -7 eccoci per la prima volta, solo 2 pareggi ed una sconfitta, ma ci sta bene, l’ importante è fare il salto di categoria.
A seguirci, con 6 punti di differenza troviamo la nostra rivale più temuta, il Saronno, anche se dall’ inizio del campionato ha perso un bel po’ di punti forza.
Ciriè, Lucca, Parma e Manfredonia invece, sembrano aver allentato un po’ la presa rispetto alle stagioni precedenti, a confermarlo la grande differenza di punti: 10 con la prima e 26 con l’ ultima.
Stagione davvero interessante, l’ unica pecca, purtroppo, rimane il bilancio della squadra non più florido. I lavori di ristrutturazione dello stadio hanno letteralmente prosciugato le casse, ma si dovrebbe riuscire a tirare avanti per un altro po’.
Per la stagione successiva i nostri migliori giocatori Schulz, 68 TE e Hoogaboom, 63 TE, ancora una volta dovranno salutarci.
Ci auguriamo in futuro di non dover essere più il trampolino da lancio per le giovani promesse, ma di fungere da "retino".

Luca Rino | Cosentina Calcio
20/02 00:52

Finale in caduta
Prima squadra.

Primavera, passibile di promozione su richiesta.
AS, Gennaro Petrucci, 17enne, tecnica 36.

15^ e 16^ giornata

Il calendario ci regala due partite ostiche oltremodo: la coppia al vertice della classifica in due giorni consecutivi.
Prima arriva Bresciana a casa nostra e, davanti a quasi 11.000 spettatori, diamo vita ad un match di livello: teniamo il pallino del gioco, tiriamo il doppio, controlliamo la palla e l’1vs1 ci sorride ma il risultato resta fermo sullo 0-0 fino all’85’ quando sono gli azzurri bresciani a punirci. Sconfitta di misura, sconfitta immeritata.
Andiamo quindi a far visita alla Colognese, carichi di risentimento, ma al 26’ perdiamo Muller, faro del centrocampo, per infortunio: entra Sforza, fuori ruolo, a sopperire alla sua mancanza. Sul campo il divario tra noi e loro non è così evidente, nonostante la classifica dica altro, e ce la giochiamo ma anche stavolta veniamo trafitti di misura: il minuto fatidico è il 65’ e quel gol non lo recuperiamo più. La rabbia monta.

Coppa di serie - 6^ giornata

Arriva lo scontro decisivo in Coppa per vedere se riusciamo a passare il turno: il trend è molto negativo e l’avversario, un Sesto Campano superiore sulla carta in ogni statistica, non è dei migliori per farci risalire la china. L’inizio del match è scoppiettante e allo svantaggio reagiamo con veemenza ma il pareggio arriva solo al 63’ con Lotti, il nostro Primavera. Soffriamo, è evidente, ma non molliamo: non basta, l’1-2 puntuale giunge al 76’ e perdiamo la terza partita di fila. Siamo fuori dai giochi.
Nessuna crisi ma morale basso.

17^ giornata

Si chiude l’andata con la Roma, invischiata nella bassa classifica: vittima designata per riportare il sorriso a Sondrio, oppone strenua resistenza fino al 15’ quando Bezzi segna per l’1-0. Non riusciamo però ad arrotondare, sebbene tiriamo come cecchini: la Roma resta poi in dieci e lì gli spazi si allargano. Finalmente, all’82’, Bezzi trova la doppietta per il 2-0 finale.

Ci ritroviamo al decimo posto, sotto al quinto posto che dovremmo occupare come forza del team. Purtroppo è l’ennesima stagione in cui non girano le cose ma, visto il fervido mercato per la prossima annata, forse qualcosa cambierà. Sono quattro i giocatori in scadenza che potrebbero essere avvicendati.
Il CD Villa ha invece rinnovato con noi: 34 anni ma 72 di forza non sono da buttare.
Il CA Sforza è partito, visto l’impossibile rinnovo a cifre astronomiche, verso la Francia: il Sochaux, decimo in classifica, conta su di lui per tornare in auge, visto che è il miglior attaccante in rosa. A noi arrivano 7,5 M.


Giornata da outsider
Prima squadra.
Sforza, CA 23enne, tecnica 77, in vendita a 2,5 M;

Primavera, passibile di promozione su richiesta.
AS, Gennaro Petrucci, 17enne, tecnica 36.

Coppa di serie - 2^ giornata

Sale dalla Campania il Sesto Campano, godendo del favore dei pronostici, e lo scoppiettante 3-1 finale si risolve tutto nel primi 20’. Iniziamo forte con Varela al 7’ ma neanche il tempo di abituarci al vantaggio che veniamo raggiunti subito. Al 12’ Lotti, prodotto del nostro vivaio alla sua prima stagione in prima squadra, ci riporta avanti e, a ruota, Magnani piazza il terzo gol. Poi è puro controllo, sebbene si corra qualche rischio ci portiamo a casa la partita. Vittoria che fa morale e ci fa proseguire nella speranza di passaggio del turno.

10^ giornata

La discesa in Umbria contro il Grifone è all’insegna della speranza. Siamo sfavoriti anche stavolta e la prima frazione è avara di emozioni, nonostante il nostro buon possesso e i loro ottimi 1vs1. La ripresa parte forte: al 46^ Wiese viene ammonito e al 78’ Anissin, DC, si fa male. Tra lo stupore generale entra in sua vece Bezzi, CA adattato al ruolo. Non sembrano esserci segnali di buon auspicio ma reggiamo e addirittura Stalenkow all’82’ sblocca e ci porta sull’1-0. Il minuto dopo dopo Wiese prende il secondo giallo e restiamo in dieci ma l’arrembaggio finale umbro non coglie nel segno. Vittoria, e che vittoria.

+11 dalla D, -8 dalla B. Si galleggia.

Come DS è arrivato Rolla, 26enne di tecnica 68, a dare il cambio a Pau Fernandez: una carriera al Dufour Varallo, in C, dove in nove stagioni ha giocato 153 partite e segnato 6 gol. Ora la rosa è al completo.


Pagina 1

login
e-mail
password
NETWORK
Football Manager
Fussball Manager
Manager de fútbol
Football Manager
LINK
Registrati gratis
Aiuto online
Squadre libere
Giornata & tabella
COMMUNITY
Notiziario
Ritrovo
Chat
SU DI NOI
Informazioni di base
Contatti
Condizioni d‘uso