Café di lettura
 

Eliminare definitivamente il contributo?
Nascondere definitivamente il contributo?
Il testo è troppo corto!
Il titolo è troppo corto!
Tuttosport
+++ Rivista sportiva per Italia +++

Postare un nuovo elemento
31° Giornata Serie A
Nella parte alta della classifica rimane tutto invariato,vincono infatti le prime 4 della classe,nel prossimo turno un affascinante Policoro Heraclea - HC Pro Vasto ci darà indicazioni importanti su chi delle due farà compagnia sul podio a Carpi FC e Doria Genova.
Continua a perdere Grifone Perugino 2-1 ad Insubria,ma per sua fortuna uno Scandicci distratto dall’Europa League non ne approfitta e a sua volta perde 2-1 a Bassano e le distanze rimangono invariate a 3 punti per l’ultimo posto utile per raggiungere la qualificazione in Europa league diretta.
Vittoria importantissima per Grottaglie contro Salò per 3-2 che consente ai pugliesi di staccare Juventute Torino di 3 punti (battuta a sua volta dal Pro vasto per 4-1), ma alla penultima giornata ci sarà lo scontro diretto fra le 2 compagini.
Belluno ed Avellinese pur sconfitte rimangono a 6 punti dalla zona calda e a tre giornate dalla fine e’ un buon bottino.
Infine pareggio fra R.Montecchio e Martina Franca che non fà felice nessuno,ormai le 2 squadre sono destinate a retrocedere nel campionato cadetto.


Intervista Mister Pace
La ringrazio Mister per aver trovato il tempo di incontrarci nonostante gli impegni europei della sua squadra.

Dopo un inizio di campionato un pò deludente,avete ingranato la marcia e nel girone di ritorno avete recuperato diverse posizioni l’obiettivo adesso è quello di entrare in Europa League diretta? 
L’ inizio di questa stagione credo sia stata una delle più negative dello Scandicci, fortunatamente ci siamo ripresi ma in questo momento l’ attenzione prioritaria è quella di destinare tutte le energie per il doppio scontro della semifinale di EL. Guadagnare qualche un’altra posizione in campionato in questo momento inoltre non credo sia possibile anche considerando il livello degli avversari che sono sopra di noi. 

Questa per lei è la 34° stagione consecutiva in Serie A, sicuramente un ottimo lavoro impreziosito dalle 3 Coppe Nazionali,i tifosi sperano però ora di potersi stabilire nelle primissime posizioni è questo il vostro obiettivo? State lavorando in tal senso? 
L’ obiettivo primario della società di ogni stagione è sempre quello puntare tutto sulle Coppe. L’ obiettivo campionato è secondario ma ovviamente stagione dopo stagione cerchiamo di lavorare per consentire di avere una rosa sempre più forte ed essere più competitivi anche nel campionato. Non sarà facile anche perchè i manager avversari sono veramente molto bravi e con delle squadre molto competitive. Il campionato è una competizione veramente tosta e non è assolutamente facile primeggiare, per questo non posso che ammirare e fare i complimenti a chi invece riesce ad arrivare nelle prime posizioni. 
Speriamo comunque di poter dare presto, maggiore soddisfazione ai nostri tifosi in questa competizione, soprattutto considerando che in questi ultimissime stagioni possiamo assistere finalmente a campionati puliti. 

Non pensa che avere ben 38 giocatori in rosa possa essere controproducente? Riesce a far sentire tutti partecipi e a gestire i malumori derivanti dallo scarso impiego? 
Sicuramente abbiamo tanti forse troppi giocatori; crediamo sia necessario avere un’ampia rosa per poter sostenere i doppi impegni coppa/campionato. Tutti sono comunque sempre chiamati in causa ed ognuno riesce a trovare il proprio spazio in modo da mantenere al massimo la soddisfazione. 

Dei cinque trofei vinti (2 coppe di serie e 3 Coppe Nazionali) che ricordi ha? è Affezzionato ad uno in particolare? 
Ricordi bellissimi, soprattutto per le coppe nazionali. Difficile dire quale di queste 3 sia stata la più particolare. La prima coppa vinta da sempre una gioia indescrivibile, ma anche le altre soprattutto perchè tutte quante comunque vinte con squadre di altissimo livello, fortissime. 

Quest’ anno state facendo particolarmente bene in Europa League, avendo eliminato squadre del calibro di Pacis Gratkorn,Friburgo ed Orebro SC ed essendovi qualificati come primi nel girone ad eliminazione, si aspettava di arrivare fino alle semifinali? 
Nelle coppe non c’ è mai niente di certo soprattutto con partite da giocare in 180 minuti. Arrivare il più lontano possibile è sempre stata la speranza della nostra società, arrivare in fondo è sempre il desiderio anche dei tifosi. 

Portare il primo trofeo internazionale a Scandicci credo sia il vostro sogno,adesso incontrerete una squadra difficile da incontrare come il Brugg, che ha eliminato già 2 italiane (Insubri e V.Bassano) ha studiato i suoi prossimi avversari? Pensa che siano alla vostra portata o ci vorrà l’impresa per raggiungere la Finale? 
Le coppe sono il vero obiettivo di ogni stagione della nostra società, pertanto il sogno è quello di poter arrivare un giorno a vincerne una anche europea. 
Arrivati in semifinale le squadre rimaste sono tra le più forti considerando che qualcuna proviene anche della CL e non è mai facile sapere come potrà andare a finire. L’avversario di turno è sicuramente difficile e non sembra avere punti deboli. A questi livelli servirà una impresa poter accedere ad una storica finale per lo Scandicci. Ritengo che saranno comunque 180 minuti giocati alla pari. 

E’ stata davvero una piacevolissima intervista,la ringrazio per il tempo che ci ha dedicati,un grosso in bocca al lupo per il proseguo del campionato


Intervista Mister Furia
Oggi abbiamo avuto il piacere ed il privilegio di intervistare mister Furia.

Da quando è allenatore del Policoro Heraclea è stato artefice di una cavalcata sontuosa partendo dall’ accellenza fino a a diventare vice Campione d’ Italia l’ anno scorso, cosa ci racconta di questa sua gavetta e quanto l’ha aiutata fare esperienza nelle serie minori?
"È dura e ci vogliono pazienza, fortuna ed ovviamente saper gestire al meglio le casse. Nelle serie minori, molto aiuta la gestione delle giovanili, che danno la possibilità di far incrementare gli introiti con le vendite dei giocatori provenienti dalla primavera. Ad un certo punto però, se si vuole arrivare a traguardi che contano, bisogna fare degli investimenti, a volte anche rischiando."


Molti critici dicono che al giorno d’ oggi per gli allenatori è fin troppo facile arrivare nelle massime serie,basta avere una giusta sponsorizzazione ed il gioco è fatto, lei che è da molti anni nel mondo del calcio puo’ confermarci questo? ha notato anche lei questa differenza?
"Beh, se prova a dare uno sguardo ai manager più esperti, anche quelli che hanno scelto di cominciare una nuova esperienza, può vedere che senza aiutini, solo gli sponsor non bastano."

Si è fatto notare che ultimamente lei stia lavorando molto sulla fase difensiva, forse quello che vi manca per essere competitivi per il titolo è proprio una maggiore solidità difensiva?
"Come dicevo due domande fa, senza investimenti si rimane nell’ anonimato ed io voglio provare a rimanere nelle zone di classifica che contano. È ancora troppo presto, per ora, vincere scudetto o coppe europee, ci sono squadre, come Carpi soprattutto, Pro Vasto, Trieste e Doria che sono molto più forti. Al massimo possiamo ambire alla Coppa Italia. Dovremo rinforzarci in tutti i reparti."


Se in campionato state facendo molto bene discorso diverso per quanto riguarda le Coppe, iniziamo dalla patata bollente la Coppa Nazionale dove siete stati eliminati da Cesenatica (che milita in serie C) che ad inizio ripresa era rimasta anche in 10 uomini, cosa è successo quella sera?
"Quella sera abbiamo semplicemente sottovalutato l’avversario. Abbiamo provato a raddrizzarla ma ormai era troppo tardi."

 In Europa League invece la sfortuna l’ ha fatta da padrona,infatti dopo aver eliminato il Fulham siete stati eliminati da Ayaks Amsterdam per un gol a 14 minuti dalla fine che per differenza reti ha segnato la vostra eliminazione,pensa che avreste meritato di passare il turno?
"È stata una bella esperienza, sapevamo che sarebbe stata dura passare il turno contro la squadra che attualmente occupa il primo posto in Olanda. Sono mancati i sostituti adatti. Sono comunque soddisfatto."

Mister ieri un pari con AC Salò che non può averla soddisfatta, è proprio vero che nel calcio nulla è deciso prima.
"Vedi incontro con la Cesenatica. È la seconda squadra consecutiva di medio bassa classifica con cui giochiamo e perdiamo punti importanti. E pensare che ora saremmo secondi, con quei 4 punti in più."

La ringrazio per il tempo che ci ha dedicato, in bocca al lupo per il proseguo del campionato


A singhiozzi
25^Giornata

Arriva la delusa delle ultime stagioni al d’amuri,il polinago,la squadra emiliana,ormai ex padrona del campionato italiano,proviene da un paio di stagioni negative e tutt’ora non sta riuscendo a tornare ai fasti della storia recente,colpa sicuramente di una situazione societaria non chiara,gli ospiti sono comunque superiori e nella prima frazione chiudono meritatamente in vantaggio di due reti,inizia la ripresa e il grottaglie non riesce fin da subito a creare pericoli troppo grandi per la retroguardia ospite,che comunque se la sta vedendo contro un team ben organizzato tatticamente e che sul piano agonistico non concede nulla,la nostra tenacia viene premiata al 59esimo,quando roorback piazza l’1-2 e riapre la gara,il polinago appare stanco,noi creiamo un altra occasione che però non sfruttiamo e al 68esimo la paghiamo cara subendo il gol dell’1-3 che di fatto è l’ultimo vero squillo di una gara che il polinago ha meritato di vincere

26^Giornata

Derby tarantino al tursi di martina franca,da una parte i biancoazzurri del martina,dall’altra quelli del grottaglie,il match del tursi non è solo il classico derby,è il crocevia di una stagione terribilmente difficile per entrambe le formazioni,che sono alla ricerca di una vittoria che darebbe fiducia per questo finale di campionato con la speranza di agganciare la zona salvezza,sulla carta noi siamo superiori,ma dobbiamo fare a meno dell’infortunato roorback,mister vecchio sceglie cosi un compatto 4-3-3 piuttosto che uno spregiudicato 3-3-4 che seppur consentiva una maggiore spinta dava poche garanzie li dietro dove si rischiava molto,inoltre il giovane benitez non era al top della forma fisica per partire dall’inizio in una partita cosi nervosa,inizio frizzante del martina che in pochi minuti costruisce due importanti occasioni sventate dall’estremo difensore grottagliese abramson,all’ottavo siamo noi del grottaglie a passare avanti,chalbinski accetta un delizioso cross di menendo e tutto solo non può sbagliare il gol dello 0-1,il martina pare spaventato,il grottaglie prende fiducia e tenta il gol del raddoppio,cosa che però non riesce e si finisce col prendere il gol dell’1-1 al 27esimo,le azioni da gol non arrivano piu per nessuno,il martina gestisce tantissimo il pallone non riuscendo mai a perforare la retroguardia biancoazzurra ,si va cosi all’intervallo sul punteggio di 1-1,inizia la ripresa e si vede il dominio del martina,che accavalla occasioni di gol sciupate in pochissimi spezzettoni di gara ,tante le occasioni sciupate dal team locale ,noi l’unica vera occasione del secondo tempo invece la sfruttiamo al 69esimo,azione solitaria del primavera reggiani,che tutto solo si scarta mezza difesa ,mette in mezzo un pallone rasoterra per poulin che a porta libera realizza il gol dell’1-2 che fa esplodere i 5000 grottagliesi giunti al tursi,il martina abbassa i ritmi,la partita sembra decisa dall’episodio del gol arrivato in una delle prime incursioni ma non è ancora finita,all’86esimo il grottaglie rimane in 10,doppio giallo per il terzino postiga che finisce anzitempo sotto la doccia,dopo le proteste di rito i locali battono il calcio di punizione assegnato e a tempo ormai quasi scaduto timbrano il gol del 2-2,che è poi il risultato finale.

Usciamo indenni da un derby sofferto e sentito,con un punto a testa che non accontenta nessuno ne condanna nessuno,consentendo ad entrambe le compagini di recuperare un punto dalla zona salvezza ,dopo 26 giornate,a 8 giornate dalla fine(a 620 minuti dalla fine) ,il grottaglie occupa attualmente il terz’ultimo posto in classifica,a quota 18 punti,a -3 dal quart’ultimo posto ,occupato dal belluno e che garantirebbe la permanenza nella massima serie italiana,in penultima e ultima posizione troviamo in coabitazione montecchio e la stessa martina franca,ferme a 17 punti,sulla carta siamo tutte la e ci dividono pochi punti,ma la realtà è che quest’anno i ritmi salvezza sono decisamente bassi,in un altra stagione probabilmente sarebbero necessari i salti mortali per poter conservare la categoria(no che quest’anno fare un singolo punto sia cosa facile,visto che ogni squadra si gioca ancora qualcosa),soprattutto per noi che non vinciamo piu uno scontro diretto,fattore fondamentale nella lotta salvezza ,se sarà salvezza sarà compiuto l’ennesimo miracolo della città di grottaglie ,altrimenti i rimpianti saranno legati solo esclusivamente ai risultati,il nome di grottaglie credo che lo stiamo portando in giro dignitosamente in tutta europa,dice vecchio

Primavera

DC Salvatore Torricelli 17 anni tecnica 51(+2)
CC Emanuele Ferrando 16 anni tecnica 46(+2)
CD Corrado Ippoliti 16 anni tecnica 42(+1)
AS Edvin Johansson 16 anni tecnica 47
CS Biagio Ravanelli 16 anni tecnica 60(+3)
DD Sebastiano Gardini 16 anni tecnica 37(+1)
CA Pierpaolo Virdis 16 anni tecnica 56(+3)
CS Marcio Goncalves 16 anni tecnica 23(+1)
PO Fabio Saladini 14 anni tecnica 43(+1)
DC Raffaele Casiraghi 14 anni tecnica 50(+3)
DS Italo Pellegrini 14 anni tecnica 38+2)


25° Giornata Serie A
Non mancano le emozioni in questa 25° giornata di campionato, la capolista Carpi Fc perde la sua prima partita in casa,mister Bernardeschi in settimana aveva provato a tenere tutti con i piedi per terra ma evidentemente l’atmosfera dopo l’importante vittoria di Trieste era troppo rilassata ed e’ arrivata la "trappola" Scandicci che riesce con un sorprendente 1-2 ad espugnare Carpi, potremmo definirla la classica sconfitta salutare anche perchè Doria Genova pareggia sorprendentemente in casa contro Real Montecchio ed i 7 punti di vantaggio sono ancora un ottimo margine per Carpi che cerca il terzo scudetto consecutivo.
Ne approfittano invece Policoro Heraclea,che vince 1-0 lo scontro diretto contro Feralpi Lonato, e Hc Pro Vasto che supera per 2-0 Grifone Perugino, Policoro e Pro Vasto salgono così a 50 punti a soli 2 lunghezze dalla seconda posizione.
Nella lotta alla retrocessione bene Juventute Torino che pareggia 1-1 in casa contro Us Trieste e Virtute Bassano che supera 4-2 Insubria Calcio e si portano rispettivamente a 24 e 23 punti.
Continua la crisi di AC Belluno che perde 1-0 contro AC Salò e rimane a quota 21,ma riesce ancora a mantenere 4 punti di vantaggio dal terz’ultimo posto visto la sconfitta di AS Grottaglie in casa contro SS Polinago per 1-3 e rimane ferma a 17 punti.
incredibilmente rinvigorito dal cambio tecnico torna a sperare nella salvezza Real Montecchio che con il pari di oggi sale a 16 punti, mentre per Martina Franca arriva la quinta sconfitta consecutiva 2-0 contro Avellinese che con questa vittoria può uscire definitivamente dalla lotta alla retrocessione avendo raggiunto 28 punti.


30° Giornata Serie A
Importante vittoria di HC Pro Vasto sul campo di Carpi per 3-4,vittoria che consente ai vastesi di mantenere la terza posizione con 3 punti di vantaggio su Policoro Heraclea, periodo poco positivo per Grifone Perugino che pareggia 1-1 in casa contro Feralpi Lonato (3 punti nelle ultime 4 partite) ma mantiene comunque 3 punti di vantaggio su FC Scandicci per difendere l’ultimo posto utile di qualificazione diretta in Europa League.
Nella lotta alla retrocessione da registrare le vittorie di Belluno in casa 3-1 contro AS Grottaglie ed Avellinese 0-1 in trasferta a Salò che raggiungono a 31 punti Virtute Bassano (1-1 contro Trieste).
Sconfitte di Grottaglie e di Juventute Torino (in casa 1-2 contro Policoro Heraclea) che restano ferme a 25 punti per ottenere l’ultimo posto utile per la salvezza.
Se il Martina Franca (1 punto nelle ultime 9 giornate) ha dato segni di vita battendo Insubria Calcio 2-1 e portandosi a 20 punti,nulla da fare per il fanalino di coda Real Montecchio sconfitto 3-0 a Policoro e ferme a quota 18.

Infine diamo un’occhiata alle "nostre" 2 squadre rimaste in lotta nelle Coppe Europee.
Pareggio esterno per FC Scandicci contro Brugg, i toscani sono passati in vantaggio per ben 4 volte,essendo stata sempre rimontata,il 4-4 fuori casa e’ comunque un ottimo risultato,ma guai a pensare che il piu’ sia fatto...Forza.
Meno bene e’ andata a Carpi FC contro AC Everton, una volta passata in vantaggio un infortunio prima ed un espulsione dopo hanno complicato tutto agevolando la rimonta degli inglesi.
L’1-2 interno e’ senz’altro un risultato non semplice da recuperare, ma gli Emiliani ci hanno già dimostrato di saper fare imprese epiche in questi ultimi anni e servirà la partita perfetta in Gran Bretagna per ottenere il pass della Finale.


Chi ci spera torna a crederci
27^Giornata

Al d’amuri arriva il perugia,squadra delle piazze alte della serie A e che vanta la seconda miglior difesa del campionato,la gara segue un equilibrio ben preciso,il perugia ha un organico superiore ma in campo le forze si equivalgono,anche quando a inizio ripresa il team biancoazzurro rimane in 10 ma spinto dal pubblico casalingo si riesce nell’impresa di mantenere un certo equilibrio che porta poi allo 0-0 finale,punto prezioso conquistato

28^Giornata

Trasferta proibitiva in quel di trieste,che decide però di non scendere in campo col solito 11 titolare ma con le seconde linee,siamo leggermente noi favoriti,ma di contro abbiamo 90 minuti da giocare e un pubblico avversario davvero caloroso,inizio bloccato,poche occasioni da registrare ma è poulin al 23esimo a mettere la freccia per il vantaggio grottagliese,i friuliani reagiscono e in un minuto trovano due gol che li permettono di ribaltare il risultato con pieno merito visti i ritmi che stavano imponendo,nella ripresa il grottaglie esce piano piano fuori e inizia a costruire belle trame di gioco,i locali si affidano al possesso palla per cercare di far addormentare la partita,la svolta l’abbiamo con i tre cambi effettuati al 63esimo ,che non portano reti ma tanta freschezza per far andare in gol altri giocatori,un minuto dopo il secondo gol di giornata di poulin ci consente di andare sul 2-2,il trieste pare addormentarsi,forse il pareggio è il risultato piu giusto ma all’83esimo arriva l’episodio che cambia la gara,il terzino musgrave viene atterrato in area,lo stesso terzino inglese si incarica della battuta e realizza il gol vittoria del 2-3,finirà cosi,per una volta siamo stati premiati noi pur non meritando a pieno la vittoria per come si è giocato,ma la determinazione sicuramente c’è stata,troviamo una vittoria che mancava da ormai 6 giornate,la vittoria fuori dalle mura amiche addirittura mancava dalla prima giornata,quando il grottaglie si impose per 3-0 al partenio su un avellino fortemente in ritardo di preparazione allora.
A 540 minuti dalla fine(6 gare) il grottaglie spera ancora fortemente nella salvezza,con 3 scontri diretti ancora da giocare,di cui 2 in casa ,la salvezza è a soli 3 punti,questo gruppo,questa società e questa città meritano la salvezza

VAMOS GROTTAGLIE


28° Giornata Serie A
28° giornata di campionato, i punti cominciano a pesare, nessuna squadra e’ riuscita a vincere con più di un gol di scarto, si combatte per ogni centimetro e su ogni pallone, ma entriamo nel dettaglio:

Torna a + 6 il Carpi che vince in casa contro Policoro Heraclea per 2-1 mentre Doria Genova pareggia 0-0 fuori casa contro Grifone Perugino.
Vittoria importante di SS Polinago che batte 3-2 Feralpi Lonato,buon momento di FC Scandicci che sconfiggendo per 2-1 Avellinese prosegue il suo buon momento con 17 punti nelle ultime 7 partite, una rincorsa per raggiungere la qualificazione diretta in Europa League e visto la deludente US Trieste chissà se non si può sognare la Champions?
Nella parte bassa della classifica 2 importanti vittorie di Virtute Bassano che al 95° minuto acciuffa 3 punti preziosi fuori casa contro Martina Franca (2-3) e soprattutto di AS Grottaglie che a sorpresa espugna il campo di Trieste per 2-3, anche Belluno,pari in casa 0-0 contro HC Pro Vasto, e Juventute Torino,pari per 2-2 fuori casa con AC Salò,dimostrano di essere "vive", anche se i punti di distacco dalla terz’ultima ora sono solo 3.
Situazione disperata per Real Montecchio e Martina Franca che restano ferme a 17 punti.


Intervista con Mister Vecchio
Mister la ringraziamo per aver accettato il nostro invito per l’intervista,e’ davvero un privilegio per noi poter parlare di calcio con lei.
"Buonasera a tutti,grazie a voi per l’invito"

L’attuale situazione in classifica della sua squadra non è buona siete terz’ ultimi si aspettava una stagione così travagliata?
"Certamente,lo abbiamo pronosticato gia da luglio quando doveva iniziare la preparazione atletica e ci aspettavamo proprio questo tipo di stagione,in serie A vi sono team talmente blasonati che per noi è solo un miracolo poterci gia giocare contro"

Nonostante l’ incoraggiante pari contro Grifone Perugino il distacco dalla quart’ ultima è salito a 5 punti a sole 6 giornate dalla fine,in questa situazione critica come pensa di caricare la squadra per il rush finale? Quale discorso farà ai suoi ragazzi?
"Il pari di oggi è la dimostrazione che se vogliamo ce la giochiamo alla pari con tutti,anche in inferiorità numerica,il dato di fatto però è che manca davvero poco alla fine del campionato e noi siamo sotto di 5 punti che sono davvero tanti,caricare la squadra lo farò nel senso di continuare l’atteggiamento che in queste 21 stagioni abbiamo adottato,abbiamo costruito insieme al presidente sempre squadre piene di giovani da valorizzare e in cerca di riscatto,formate prima da uomini e poi da calciatori,il discorso lo facciamo ogni giorno in allenamento senza però parlare troppo,noi lavoriamo,lavoriamo e lavoriamo,poi raccogliamo quello che forse meritiamo..il dato di fatto è che abbiamo onorato sempre ogni campo,ricordo la retrocessione di 5 stagioni fa dove si persero solo 2 partite con 2 reti di scarto,il resto perdevamo sempre per un episodio,questa situazione molte volte,non sempre,si è verificata anche quest’anno,condizionato anche da una stressante ed emozionante europa league"

Lei ha sempre avuto un ottimo feeling con la società e insieme avete sposato la "politica dei giovani" avete una rosa con un età media molto bassa,pensa possa essere stato un errore non integrare qualche giocatore d’esperienza nella rosa?
"Si,insieme a patron Todisco come dicevo prima si è sempre deciso di sposare un progetto fondato sui giovani alla ricerca di un riscatto,abbiamo modestamente fatto diventare fenomeni delle annunciate schiappe,lo stesso CA Roorback quando lo presimo aveva 22 anni ed aveva a malapena 67 di tecnica,ma non solo lui,di giocatori importanti a livello internazionale ne abbiamo visti passare parecchi,forse trattenendo solo i migliori avremmo una rosa da champions. Il rimpianto non pensiamo ci sia,in squadra abbiamo giocatori che nonostante la giovane età giocano insieme da diverse stagioni,qualche elemento over di spessore lo abbiamo anche ma viene sempre messo in panchina dal ragazzo piu fresco,ovviamente qualche elemento di esperienza in piu avrebbe fatto utile,soprattutto in alcune situazioni in cui solo i veri big riescono a uscirne fuori ma alla fine credo che il problema del calcio italiano sia anche questo,si da poco spazio ai giovani perchè acerbi e se lo si fa e non vanno bene le cose la colpa è esclusivamente loro,questi ragazzi vanno fatti crescere indipendentemente dal risultato,che se arriva il mister è un genio,se va male veniamo considerati dei pazzi ad aver osato cosi tanto"

Negli ultimi anni lei ha ottenuti risultati ottimi, promozioni in serie A,salvezze insperate, vittoria della Coppa di Serie che ricordi ha di questi anni? a quale stagione è rimasto più affezionato?
"Da quando sono a grottaglie la stagione fallimentare è stata solo una,la stagione 03/18,avevamo a mio parere il miglior organico della categoria,eravamo primi meritatamente solo che nelle ultime 11 giornate abbiamo collezionato 11 pareggi che hanno distrutto tutto quello fatto di buono prima,solo allora non abbiamo raggiunto l’obiettivo prefissato a inizio stagione,quella che piu ha fatto male è stata la 05/18,avevamo uno squadrone ad inizio stagione ma siamo costretti a smantellare tutto il team solo,finendo col giocare il campionato con alcuni ragazzi della primavera,alla fine siamo retrocessi all’ultima giornata dopo aver condotto il campionato sempre sopra la zona rossa,nelle ultime partite ricordo che addirittura i terzini andavano a fare gli attaccanti,ricordo quando misi una punta come difensore centrale,eravamo contati,nella penultima giornata in distinta eravamo appena in 13,i ricordi belli sono tanti,la prima stagione fu gia memorabile,arrivai dopo 9 partite giocate e la salvezza era gia a meno 8,non sapevo da dove iniziare,presi alcuni svincolati e investi su un 32enne portoghese che segnava poco ricordo,a fine campionato siglò 12 gol,piu di quanto ne fece in tutta la sua carriera esclusa quella stagione,dove mi salvai all’ultima giornata contro il catania,che aveva appena vinto il campionato,poi due stagioni dopo a fine girone d’andata eravamo a -11 dalla salvezza e siamo riusciti a centrarla addirittura con una giornata d’anticipo ,poi due anni dopo arrivò una promozione ancora piu clamorosa in serie A,partivamo con l’idea di salvarci alla 33esima giornata...alla 30esima eravamo gia promossi in serie A,ricordo che il gol promozione ce lo regalò un ragazzino appena preso dal settore giovanile della samp ,era all’esordio con noi(uno dei pochi giocatori non preso a parametro zero),il ricordo piu bello in assoluto è stato però la stagione 07/18,eravamo appena stati promossi dalla serie C,partendo con lo stesso organico che la stagione prima era stato rifondato a seguito della retrocessione in B ci siamo ritrovati a fare un impronosticabile doppio salto in serie A,abbiamo chiuso solo dietro al Fucecchio Calligiana,che ai tempi compiva azioni illecite per mantenere la squadra,per noi è valso chiudere primi,loro non erano un team onesto e la fine che stanno facendo alla fine è quella che è"

Un ultimo pensiero credo sia doveroso dedicarlo ai tifosi in apprensione e sfiduciati,sotto accusa è soprattutto la società rea di non rinforzare in maniera adeguata la squadra, al di là di come finirà la stagione possiamo tranquillizzare i tifosi che la società si muoverà in tal senso? Quali programmi avete per il futuro?
"In realtà i tifosi grottagliesi sono da sempre stati la nostra arma in piu,anche nei momenti piu bui ,dopo la retrocessione in C dal ritorno da cologna i 4000 grottagliesi giunti fino in abruzzo erano li all’aereoporto di grottaglie per ringraziare la società di essere riusciti a portare al termine la stagione ,loro sanno che il presidente todisco e mister vecchio non sono amanti dello spendere,non si è mai speso fuori dalle righe per i giocatori,l’acquisto piu costoso della storia grottagliese è costato massimo 2,5-3 milioni di euro,abbiamo però costruito da 0 uno stadio da 59mila posti,che ci è costato 70milioni,era il periodo in cui eravamo 13 in distinta,l’impegno in quel periodo era costruire un nuovo impianto di gioco solo con le proprie forze, i tifosi sanno che a grottaglie le amministrazioni comunali è come se fossero invisibili,patron todisco mantiene da solo la società,non abbiamo grosse disponibilità economiche ma non per questo non curiamo maniacalmente i nostri bilanci,per quanto riguarda i rinforzi abbiamo preso un paio di ragazzi a parametro zero,fra cui un attaccante che la prossima stagione ci farà divertire sicuramente,per il futuro dobbiamo un po vedere,se è vero che bisogna sempre guardare al futuro è anche vero che tutto dipende dal campionato che affronteremo la prossima stagione,giocare nuovamente in A ti permetterebbe di giocare in europa e quindi avere maggiori sponsor ed incassi,andare in serie B significherebbe fare un ottimo campionato e prendere magari il monte premi per la vittoria del campionato,ma chiuderemmo i conti in rosso probabilmente,dobbiamo vedere un po,speriamo di conservare la categoria innanzitutto,poi se il miracolo verrà fatto inizieremo a guardare con ottimismo la prossima stagione,che ha gia la sua rosa al 98% completata indifferentemente se sarà serie A o serie B,nel futuro remoto credo che poter emergere davvero ed avvicinarsi ai livelli di club come carpi,polinago,vasto ,trieste e sampdoria occorre lavorare ancora molto ,la verità nel calcio è che se ci sono i soldi si lavora bene e si programma,se non ci sono si può lavorare comunque bene ma con limitazioni,costruire un buon vivaio aiuta in questo ,inutile girare la frittata,lo scudetto lo vince una piccola ogni volta ogni 30 anni,i piu forti lo vincono 29 volte su 30 ,noi lavoreremo sempre per alzare il nostro livello,sempre con l’umiltà che ci prefissiamo di avere"

Un grosso in bocca al lupo per il proseguo del campionato


Intervista Mister Bernardeschi
Salve mister,intanto la ringrazio per aver accettato il mio invito.
Incomincerei snocciolando alcuni numeri della stagione: miglior difesa, secondo miglior attacco con una differenza reti +37, 18 vittorie 5 pareggi ed 1 sola sconfitta, 22 partite ufficiali senza perdere...insomma un dominio assoluto, pensa che dopo la vittoria a Trieste il discorso campionato possa considerarsi archiviato?
il discorso campionato è ancora aperto, ci sono diverse partite fra cui gli scontri diretti con le dirette inseguitrici, quindi di punti a disposizione ce ne sono per rovesciare la situazione

Quale squadra vi ha messo maggiormente in difficoltà?
"Su tutte Doria Genova e Policoro Heraclea, poi Pro Vasto e Feralpi Lonato, che sono partite meno bene quest’anno ma che ora si trovano nelle prime posizioni.. sono guidate tutte da ottimi manager"

In Champions incontrerete l’US Almeria che sensazioni ha?
"L’Almeria è una squadra fortissima e abituata ad arrivare in fondo nelle competizioni europee, quindi sarà difficilissimo per noi passare il turno"

Molti opinionisti sostengono che lei disponga di un organico straordinario e che sia la favorita per la Champions, lo pensa anche lei?
"Siamo una rosa forte, ma non credo ancora pronta per vincere la Champions… vedo favorite per la vittoria finale Dortmund, Mouscron e Almeria"

I tifosi già sognano il triplete,pensa che questo eccessivo entusiasmo possa essere dannoso per la squadra?
"Non pensiamo assolutamente al Triplete, speriamo di andare avanti il più possibile nelle Coppe e di mantenere la testa del campionato fino in fondo, ma è difficilissimo mantenersi a livelli così alti su 3 fronti"

Grazie per il tempo che ci ha dedicato,in bocca al lupo per il proseguo della stagione


Pagina 1

login
e-mail
password
NETWORK
Football Manager
Fussball Manager
Manager de fútbol
Football Manager
LINK
Registrati gratis
Aiuto online
Squadre libere
Giornata & tabella
COMMUNITY
Notiziario
Ritrovo
Chat
SU DI NOI
Informazioni di base
Contatti
Condizioni d‘uso