Café di lettura
Tuttosport
Café di lettura
 

Eliminare definitivamente il contributo?
Nascondere definitivamente il contributo?
Il testo è troppo corto!
Il titolo è troppo corto!
Tuttosport
+++ Rivista sportiva per Italia +++

Postare un nuovo elemento
appena arrivato Mister Martino
Tifosi in delirio per l arrivo di mister Martino sulla panchina del genova, questa operazione mostra come la societa voglia tornare al calcio che conta, in bocca al lupo al genova e ha Ferdinando Martino


Nun mollààà Luigi, nun mollààà
Il merito è tutto il tuo Luigi per averci creduto! ... ed ora che sei in A posso solo dirti: Nun mollààà Luigi.. Arte Povera!! Mario Delillo docet!.................................................................................................................................................................................................................................

Ariema Curii | AC Giulianova
02/10 12:11

Si inizia a vedere la mano di mister Vecchio
1^Giornata

Esordio stagionale in quel di Skovlunde, nettamente la squadra più scarsa ai nastri di partenza. Scendiamo in campo col 3-3-4 e facciamo giocare subito titolare il neo acquisto Lauridsen. Dominiamo in lungo e largo tutto il match, i padroni di casa resistono per i primi 45 minuti, poi nel secondo tempo capitan Ovesen sblocca il match e la portiamo a casa senza problemi, nonostante l’espulsione di Christoffersen. 0-1. Nuova stagione, prima vittoria, primi tre punti!

2^Giornata

Se il giorno prima abbiamo fatto visita ai più scarsi, oggi a farci visita sono i fortissimi vice-campioni di Danimarca del Lyngby. Nel 3-3-4 esordiscono da titolari Manu e il giovanissimo neo arrivato Willoughby (esterno che ha trovato pochissimo spazio al City). Il Lyngby sulla carta mette in campo un 11 che non dovrebbe avere problemi ad asfaltarci, i primi 25 minuti della gara sembrano confermare ciò: nonostante un match vivace da ambo le parti gli ospiti si portano in breve tempo sullo 0-2. La partita sembra già chiusa, ma modestamente ci sono io in panchina e non do mai per chiuse le partite, sia nel bene che nel male. Capitan Ovesen risolleva la squadra dalle tenebre prima dell’intervallo e l’1-2 prima dell’inizio del secondo tempo lascia speranze per la rimonta. Parte forte il Lyngby, che sembra poter allungare, ma il cuore biancoazzurro è grande, la voglia di mettersi in mostra dei neo arrivati ancora di più. Al 55esimo è proprio l’esordiente Willoughby a siglare il 2-2, due minuti dopo il neo entrato Lauridsen, alla seconda presenza in biancoazzurro, mette la firma sul sorpasso sugli ospiti. Apoteosi del TRE-FOR PARK!
Non molliamo la presa, abbiamo le occasioni per fare il 4-2 o subire il 3-3, ed è quello che succede, gli ospiti a 10 dalla fine pareggiano, poi rimangono in 10 a gara ormai finita. Termina 3-3. 1 Punto prezioso contro una delle squadre più forti del torneo. 4 punti in 2 partite, niente male, ma è solo l’inizio!

Giovanni Vecchio | Odense GF
01/10 21:55

GRAZIE Mr.Curii!!!!!!
Un ringraziamento a Mr.Curii per l’incoraggiamento datomi, buona parte del merito della promozione in A è merito della sua fiducia in me!Grazieeeee!!!!!!!!............................................

Luigi Fontana | AC Rivoli
29/09 21:40

Pronti, partenza, via
Terminata con la "Retrocessione" (solo virtualmente) la nostra prima stagione in Danimarca ci accingiamo ad affrontare la serie A Danese. Tante le novità, iniziando dalla rosa, che qui vi presentiamo:

PORTIERI:

-Connor Dunne, 32enne tecnica 75. Per il momento sarà il nostro portiere titolare, ma se dovessero arrivare rinforzi vista l’età avanzata sarà lui a sedersi in panchina. Per il momento diamo comunque fiducia all’inglese.
-Klaus Zimmermann, 20enne tecnica 61. Appena arrivato a 0 dal Kaiserslautern. Poca esperienza ma tanta voglia di crescere, nel nostro campionato ne avrà l’occasione

DIFENSORI:

-Filip Albertsen, DS 23enne tecnica 66. Terzino che non gioca tanto ma che si fa trovare pronto. E’ un elemento difficilmente sostituibile ed è ancora giovane. Fresco di rinnovo com’è chissa che non ci faccia cambiare idea sul minutaggio concesso.
-Xavi Chalana, DS 29enne tecnica 76. Uno dei membri più forti della squadra. Da sicurezza, corsa e pericolosità in avanti. Tuttavia è in scadenza, se dovesse arrivare qualcuno potrebbe essere la sua ultima stagione con noi.
-Finn Christoffersen, DC 31enne tecnica 74. Classico difensore vecchio stampo, tanta fisicità e dedizione. E’ in scadenza anche lui ma lotterà come se avesse appena firmato.
-Vicente Manu, DC 24enne tecnica 69. Non sarà il top per la categoria, ma un difensore che è da te fin dalla primavera, gioca con dedizione, impegno e ha manifestato la volontà di restare da te merita pienamente il rinnovo per altre 3 stagioni e il posto di prima riserva nel nostro 3-3-4.
-Waldemar Moller, DD 34enne tecnica 74. E’ in scadenza, probabilmente ultima stagione fra i professionisti e sa già che lo spazio per lui sarà davvero poco. Farà da chioccia ai compagni di reparto più giovani e quando saremo nei guai lui farà il suo.
-Tyler Lansbury, DD 22enne tecnica 60. Appena arrivato dal City. E’ tanto giovane quanto acerbo ed inesperto, qui da noi può fare esperienza e diventare uno dei protagonisti.
-Gunnar Steffensen, DD 26enne tecnica 74. Alla quinta stagione con noi, dopo anni sotto l’ombra di Moller può finalmente avere un occasione. Però è in scadenza, se dovesse arrivare qualcuno deve guadagnarsi il posto.

CENTROCAMPISTI:

-Louis Willoughby, CS 20enne tecnica 58. Anche lui arriva dai citizens. Tecnicamente non promette molto ma è pur sempre giovane. Deve solo sfruttare le occasioni.
-Lennart Kofod, CS 23enne tecnica 68. E’ sempre stato uno dei titolarissimi della rosa in queste 4 stagioni ad Odense. Adesso è alla quinta con noi e sarà ancora più titolare a soli 23anni, il motivo è descritto sotto
-Arvid Iversen, CS 32enne tecnica 75. 101 partite e 8 gol con noi che uniti a tante buone prestazioni sulla carta lo danno come uno dei titolarissimi della rosa, come lo è stato fin ora. Ora però è in scadenza, è abbastanza anziano e abbiamo altri due ragazzi nel suo ruolo. Come Moller accetterà di fare da chioccia ai ragazzi, giocando solo nei momenti davvero critici della stagione, a meno che vada via prima, essendo iscritto nella lista trasferimenti
-Niels Kruse, CC 28enne tecnica 76. Non ha mai stupito particolarmente fin ora ed è inoltre in scadenza, ha tutto per essere titolare ma probabilmente non sarà sempre schierato
-Urban Dalsgaard, CC 24enne tecnica 73. Può anche essere meno pronto tecnicamente del collega Kruse, ma ha più freschezza essendo meno giovane e i suoi assist serviranno come il pane in questa stagione. Sarà anche lui uno dei principali protagonisti.
-Daniel Kristiansen, CD 29enne tecnica 76. Esterno destro di centrocampo col vizio del gol, 15 in 128 gare con noi. E’ uno di quelli in scadenza e nel suo ruolo la concorrenza è agguerrita, ma lui di scaldare la panchina non ne vuole sapere.
-Vilhelm Johnsson, CD 25enne tecnica 77. Dopo una lunga trafila nell’importante campionato svedese da quelli dell’orebro, la scorsa stagione è arrivato da noi, ma giocando titolare non ha impressionato particolarmente collezionando 35 presenze, 1 gol e la "retrocessione" finale. In ritiro pre campionato però si è mostrato molto motivato, vuole giocare e tornare quello di Orebro. E noi subito li diamo fiducia con un rinnovo per ben 3 stagioni.

ATTACCANTI:

-Peter Andreasen, AS 30enne tecnica 75. Uno dei più anziani. Anche per lui stesso discorso di Iversen.
-Erik Toft, AS 26enne tecnica 75. Con Andreasen sempre più lontano da Odense vuole tornare il giocatore dei primi anni in biancoazzurro. Vuole essere lui il titolare, ma anche per lui non ci sarà una povera concorrenza.
-Dagfinn Lauridsen, AS 22enne tecnica 70. Appena arrivato dal City. Ci si aspetta davvero tanto da lui. Altro non dico, sarà lui a parlare sul campo.
-Tiago Morais, CA 25enne tecnica 74. Arrivato nella scorsa stagione in piena lotta salvezza. Ha sofferto un inziale infortunio e ha giocato poco. Vediamo se inizia col piede giusto questa stagione, i numeri li ha.
-Gunne Thuesen, CA 27enne tecnica 74. Fino al nostro arrivo aveva giocato una sola partita in stagione, poi con noi 11 presenze e 6 gol. Ora ha tanta, troppa voglia di giocare, il nostro 3-3-4 fa al caso suo e la fiducia gliela mostriamo subito con un rinnovo di 3 stagioni. Sarà lui il vice capitano
-Rui Coelho, AD 24enne tecnica 71. Primo acquisto da quando sono arrivato a Odense, non ha avuto molto tempo di dimostrare quanto vale dopo una stagione in cui ha vestito 3 maglie diverse. Qui da noi adesso avrà più continuità.
-Lennart Ovesen, AD 25enne tecnica 81. Ultimo ad essere presentato ma non per importanza, anzi, è con noi fin dalle giovanili e fin ora ha collezionato 193 partite e 59 gol. Rinnovato il contratto per 3 stagioni. Il più forte tecnicamente e miglior marcatore della rosa la scorsa stagione. Se non si fosse ancora capito sarà lui il nostro capitano!

Sponsor:

In questa stagione firmati accordi importanti, Chemical Society e Nigel Bank saranno i nostri top sponsor, 3 milioni di euro saranno assicurati, eventuali bonus dipendono dal nostro rendimento.

Presentata la rosa e gli sponsor è il momento di rimboccarsi le maniche e far parlare il campo, esordiremo in casa del Skovlunde, inutile guardare la classifica della scorsa stagione, partiamo tutti da 0 punti e tutti vogliamo iniziare col botto. Forza ODENSE!

Giovanni Vecchio | Odense GF
29/09 13:55

La rosa inizia a comporsi
26^Giornata

Trasferta in quel di Esbjerg, partiamo con più punti forza ma siamo sfavoriti, gli avversari sono sopra noi di ben 10 punti e dopo due soli minuti dimostrano di meritarlo col gol del vantaggio. Dopo lo shock iniziale, che poteva far precipitare tutto, noi dell’Odense rimaniamo uniti, giochiamo, e concediamo. Occasioni da entrambe le parti che vedono alla metà del primo tempo il gol del pareggio per gli uomini di mister Vecchio per opera di Andreasen. Termina 1-1 il primo tempo. Nella ripresa sbagliamo completamente l’atteggiamento, siamo rinunciatari e abbiamo paura, tanto da subire il gol del 2-1 a 6 minuti dall’inizio dei secondi 45 minuti. La reazione è sterile e il terzo infortunio per noi in tre gare è il colpo di grazia che fa precipitare tutto, subiamo come matti e l’unica cosa che riusciamo a fare è tenere botta e non subire altri gol. Finisce 2-1 su un campo ostico, essendo i primi test in un campionato che giunge ormai alla conclusione può andare davvero peggio

27^Giornata

Dopo l’inaspettata ed eccellente vittoria all’esordio casalingo contro il Lyngby, al Tre-For Park arriva il Fremad Amagher, sesta forza del campionato. Anche oggi partiamo con più punti forza; il primo tempo vede subito due squadre aperte, che giocano e non hanno paura di concedere. Succede tutto nel primo tempo, infatti alla rete dell’1-0 del nostro centravanti Thuesen, rispondono dopo minuti gli ospiti. Nel secondo tempo gli ospiti tirano i remi in barca, noi per vincerla inseriamo anche il neoacquisto Coelho: 23enne ala destra portoghese che subito impressiona ma in negativo, tanto da rimediare dopo appena 16 minuti sulle gambe un cartellino rosso che li costerà due giornate di squalifica, avrà tempo di rifarsi. Il rosso rimediato fa spegnere anche noi e alla fine ci si accontenta del pareggio; 1 buon punto che ci permette di muovere la classifica e di andare a +1 dalla zona retrocessione a 7 giornate dal termine.

Lato mercato:
Nella giornata di oggi è arrivato dal Formia per 333000¤ l’AD Coelho, 23enne tecnica 70. Sicuramente l’esordio è da dimenticare, ma nella prossima stagione può essere una riserva di ottimo livello.
Inoltre, sempre nella giornata odierna sono stati ufficializzati 4 nuovi acquisti, che si aggregheranno alla rosa nella prossima stagione, ecco chi sono:
1) Klaus Zimmermann, portiere di 19 anni, tecnica 62, gioca nel campionato tedesco ma fin ora ha avuto poco spazio, qui in Danimarca può accumulare più minuti.
2) Tyler Lansbury, terzino destro di 21 anni, tecnica 59, gioca fin da ragazzino al Manchester City, ma nell’ultima stagione ha collezionato pochissime presenze rispetto al passato, anche lui può rilanciarsi qui in Danimarca
3) Louis Willoughby, esterno sinistro di 19 anni, tecnica 57, anche lui di proprietà del City, col quale ha addirittura realizzato un gol la scorsa stagione, quest’anno solo due presenze. Viene in Danimarca per crescere, giocare e dimostare che quel gol col City non fu solo un caso.
4) Dagfinn Lauridsen, ala destra di 21 anni, tecnica 70, DANESE (!) e per assurdo anche lui del City, come il collega Willoughby è riuscito a fare un gol la scorsa stagione giocando 8 partite. Quest’anno fin ora una sola presenza in coppa. Lui è attaccante, Odense può essere davvero il suo trampolino, ci farà divertire!

Considerazioni: Sono passate 4 giornate da quando sono ad Odense. I ragazzi, seppur motivati, devono ancora ben adattarsi al gioco di mister Vecchio, che cerca un altro centravanti per riuscire ad applicare il proprio 3-3-4. Dopo 4 match in cui abbiamo raccolto 4 punti, tutti in casa, frutto di 1 vittoria, 1 pareggio e due sconfitte, notiamo che la lotta alla salvezza sarà sicuramente infuocata fino alle ultime battute. Ho raccolto una squadra con delle buone individualità, ma da ringiovanire, ed è quello che sto già facendo. Sicuramente lavorare in una piazza come questa permette di fare tutto con più tranquillità, anche comprare giovani ancora molto acerbi ma su cui si può puntare. Aspetto dolente della rosa è la tenuta fisica e nervosa,fra cartellini ed infortuni è praticamente impossibile finire una partita secondo i piani dell’allenatore. Condizione dovuta sicuramente all’andazzo generale della stagione, ma dalla prossima dovranno cambiare molte cose. In generale sono contento di questo inizio, trovo il progetto stimolante e se realizzato con la giusta attenzione e pazienza regalerà sicuramente tante gioie.

Giovanni Vecchio | Odense GF
20/09 23:17

Un inizio soddisfacente
Acquisti

Sebbene la rosa sia già completa il nostro progetto è quello di avere tanti giovani in rosa, e proprio per questo motivo continuiamo ad operare sul mercato, ecco i nuovi acquisti, da subito aggregati alla prima squadra:

-Petar Jarakovic, Portiere 19enne tecnica 65. Arriva ad Odense per 400.000¤, prodotto del florido settore giovanile del Cosenza, è acerbo ma di prospettiva, da noi crescerà!

-Polyvios Kotsios, Terzino sinistro 19enne tecnica 66. Per 1.250.000¤ acquistiamo dall’Olympiakos un ottimo prospetto.

-Adamantios Alexiou, Esterno destro 20enne tecnica 73. Il colpaccio di questa sessione di mercato è proprio lui, per 1 milione e mezzo lo strappiamo all’olympiakos. Vanta già 6 gol in 34 presenze con i campioni Greci, è qui per diventare subito titolare!

Ora passiamo al campo, unico vero giudice:

3^Giornata

Trasferta in quel di Roskilde. Dove facciamo esordire il difensore centrale Della Ciaja. Sulla carta le due formazioni si equivalgono, sul campo tutto sommato ce la giochiamo alla pari ma noi sfruttiamo ogni occasione avuta. Alla fine del primo tempo infatti siamo già avanti di tre reti, grazie ai timbri Morais (1°centro in assoluto con noi), Thuesen (1°gol in stagione) e proprio dell’esordiente Della Ciaja. Nella ripresa chiudiamo la contesa, il neo entrato Lansbury serve Capitan Ovesen che non sbaglia e piazza il poker. C’è anche spazio per il portiere Jarakovic, che esordisce subendo 2 gol, poteva andare decisamente peggio per uno fuori forma e che non gioca da tantissimo. Risultato finale 2-4 per noi, portiamo a casa tre punti pesanti!

4^Giornata

Ad Odense arriva l’Horsens, altra squadra con valori tecnici simili ai nostri. Schieriamo il solito 3-3-4 e la scelta appaga subito, dopo 10 minuti infatti Morais gonfia la rete. La gara procede su ritmi frenitici, tante palle *beep* e nervosismo da entrambe le parti, noi paghiamo l’inesperienza dei nuovi arrivati e ci ritroviamo col subire una rimonta che si completa all’inizio del secondo tempo. Non molliamo però, siamo capaci anche noi di rimontare, anche se continuiamo a sbagliare tanto in mezzo al campo. Non sbaglia però il centravanti Thuesen che al 62esimo piazza il 2-2. Poi c’è il tempo di subire, soffrire e rimanere in 10 a causa di un infortunio, ma resistiamo e a tratti rischiamo di vincerla. Finisce così imparata, bella partita fra due squadre che hanno sbagliato tanto ma allo stesso tempo divertito per il dinamismo messo in campo.

5^Giornata

Trasferta tostissima a Nordsjalland, parlandoci chiaro è l’occasione perfetta per incassare la prima sconfitta stagionale. Noi non molliamo le nostre idee di gioco, ma i padroni di casa in questo momento sono due passi avanti rispetto a noi, giocano e creano occasioni a ripetizione, non fanno subito gol ma si capisce che arriverà, specie se nel primo tempo siamo già costretti a salutare per l’infortunio il nostro Morais. Il gol che si sente nell’aria arriva al 62esimo, nel momento più caldo della partita. Sull’1-0 è lecito aspettarsi tanto nervosismo, se non altri gol subiti, specie dopo 60 minuti di pura sofferenza. Ciò però non accade e il neo entrato Lauridsen pareggia i conti. Siamo sull’1-1!
Successivamente i padroni di casa attaccano ancor più di prima e spinti dal pubblico creano 7 occasioni da gol negli ultimi 20 minuti, noi resistiamo e addirittura al 90esimo rischiamo di vincerla, dopo 25 minuti senza avvicinarci alla porta avversaria, ma il tiro di Thuesen si stampa sulla traversa. Termina così il match, un pareggio e quindi 1 punto preziosissimo portato a casa.
Dopo 5 giornate, ad essere sinceri, siamo ben più in alto del previsto. Attualmente con 9 punti occupiamo il sesto posto in classifica, frutto di 2 vittorie e 3 pareggi. In base al ranking Uefa al momento il sesto posto ci garantirebbe l’accesso diretto ai gironi della prossima Europa League, con un punto in più saremmo quarti e quindi ai preliminari di Champions League. Ma, da allenatori esperti non ci lasciamo prendere troppo dall’entusiasmo, sarà una stagione lunga e difficile, dove l’obiettivo principale sarà evitare la retrocessione, zona al momento distante 7 punti. Ma lavoreremo per farli diventare molti di più il prima possibile.
Forza Odense!

Giovanni Vecchio | Odense GF
05/10 16:06

Si "Retrocede"
34^Giornata

Scontro salvezza in quel di Randers, prepariamo tutto ma facciamo l’erroee più grave. dimenticare la formazione. Nulla da dire, perdiamo 2-0 e "retrocediamo" virtualmente. Resteremo comunque nella massima serie danese, nella prossima stagione inizieremo a vedere il vero Odense di mister Vecchio.
Il nostro, come già detto fin dall’inizio, sarà duro ma bellissimo, col tempo ci toglieremo delle soddisfazioni.

Giovanni Vecchio | Odense GF
28/09 11:42

Una lotta dietro l’altra
Una lotta dietro l’altra
Acquisti:

Dopo aver preso per la prossima stagione alcuni giovani, decidiamo di investire nell’immediato futuro. Il 3-3-4, come molti sanno, è il marchio di fabbrica di mister Vecchio, ma una sola punta in rosa non permette di adottare questo complicato ed interessante stile di gioco. Acquistiamo così un CA che possa dare quantità e qualità alla squadra, la punta Morais può quindi fare al caso nostro: 24enne, tecnica 74 e una lunga trafila nei portoghesi del Vittoria, dove ha collezionato in 4 stagioni 33 presenze e 11 gol, per 800mila crediti (divisi a metà con lo sponsor), può essere un bel colpo!

Ora veniamo alle nostre battaglie:

28^Giornata

Siamo ospiti dell’Horsens, nostra diretta concorrente per la salvezza, e già questo è sufficiente per capire che clima ci aspetti. Siamo superiori tecnicamente, e anche fisicamente riusciamo piano piano ad acquisire la condizione fisica ideale. Andiamo in vantaggio nel primo tempo con bomber Ovesen, ma prima dell’intervallo i padroni di casa pareggiano. Si rientra in campo e al 62esimo Thuesen è bravo a colpire di testa sul cross di Moller e andiamo avanti. La gioia però dura 2 minuti contati, perchè subiamo di nuovo il pareggio. Tentiamo in ogni modo di portarla a casa ma nulla, i padroni di casa si chiudono e noi sbattiamo contro un muro. 1 punto a testa, non ci dispiace ma sta più stretto a noi che a loro

29^Giornata

Arriva il Viborg al TRE-FOR Park, loro lottano per l’Europa, noi per la salvezza ma dal punto di vista tecnico loro non hanno nulla in più di noi. Anzi, noi iniziamo col botto, ci mangiamo letteralmente l’avversario, sia sotto l’aspetto fisico che tecnico, tant’è che al 24esimo siamo già avanti di due reti, siglate dalle ali Andreasen e Ovesen. L’errore più grande che possiamo fare è quello di smettere di giocare, e infatti non lo facciamo, ma ciò non basta quando ad addormentarsi è l’intera difesa. Gli ospiti dimezzano lo svantaggio prima dell’intervallo, per poi consumare una rimonta clamorosa nella ripresa, finisce 2-3 per gli ospiti, che hanno avuto le loro occasioni ma non meritavano la vittoria per il gioco espresso dal nostro reparto avanzato. Abbiamo tanto da lavorare.

30^Giornata

Dopo la batosta casalinga col Viborg andare dai rosso neri del Midtjylland è di certo una delle cose peggiori possibili, e può sembrare un esordio davvero amaro per il nuovo arrivato Morais. Loro in lotta per l’Europa, altra squadra quadrata ma non eccellente sotto il profilo tecnico, qui in Danimarca sono quasi tutte così. Evitare di subire subito gol è l’unico modo per affrontare nel modo meno frenetico possibile la partita, e noi lo subiamo già al 12esimo. Gara in salita. Passano pochi minuti però e sorprendiamo tutti col gol del pareggio firmato Thuesen. Le nostre gioie però durano poco e dopo appena 3 minuti siamo di nuovo sotto. La voglia con cui giochiamo nelle situazioni di svantaggio a volte sorprende anche me, che di certo non mi aspettavo dopo pochi minuti il 2-2, stavolta ci pensa il terzino Moller, il nostro primo marcatore da quando sono in panchina. Andiamo all’intervallo con la consapevolezza di essere un grande gruppo e con la certezza che le nostre carenze ci faranno vivere un difficile secondo tempo. Soffrire non significa solo starsene lì dietro a spazzare palloni a più non posso, ma anche lottare per l’unico pallone buono che arriva, il nostro bomber Ovesen lo fa e al 49esimo insacca un clamoroso 2-3. Si stringono i denti, rimaniamo in 10 ma alla fine la portiamo a casa, vittoria fondamentale e che fa capire anche ai più scettici che la salvezza è davvero possibile.

31^Giornata

Ospitiamo il forte Copenaghen, in lotta per un posto in Champions League. Sono più forti, organizzati e sicuri di noi, ma non facciamo regali. La sblocca il solito Ovesen dopo appena 8 minuti, lasciando presagire ai tifosi un’altra serata d’oro. La realtà però è un’altra e vediamo gli ospiti prendere man mano il pallino del gioco, creare occasioni e a volte concretizzarle, in sintesi finisce 1-3 per loro, siamo stati rimontati ma era prevedibile


32^Giornata

Dopo il forte Copenaghen solo la trasferta in casa dei campioni di Danimarca poteva essere più complicata. L’Aahrus ha appena vinto, di nuovo, lo scudetto, ma schiera in campo i top e gioca per vincere, tanto per confermare un trend casalingo di lusso, che in campionato li ha visti sempre vincere e pareggiare solo una partita. Morais si ferma per un infortunio ma non rinunciamo comunque ad attaccare e schieriamo il 3-4-3. Noi ci proviamo a giocare, creare occasioni e tenere lontani dalla nostra porta gli avversari, ma il loro calibro tecnico è impressionante. Le statistiche finali la dicono tutta, 21 tiri a 4, 60% possesso palla e uno contro uno finali dominati. Risultato? 0-0. Sappiamo anche difenderci! In questa stagione siamo la seconda squadra ad aver fatto risultato in questo campo, ma più che la statistica la cosa che conta davvrero è il punto conquistato, oro colato per restare aggrappati alla salvezza.

33^Giornata

Arriva il Greve Fodbolt, squadra davvero tosta da affrontare, considerando la classifica. Dopo una prima frazione emozionante ma senza reti ci rifacciamo nel secondo tempo, Iversen e Thuesen prima ci permettono di andare sopra di 2 reti, poi ancora una volta veniamo rimontati, finisce 2-2. E’ comunque un altro punto prezioso!

Considerazioni: Mancano solo 90 minuti al termine della stagione. Per quanto riguarda le squadre coinvolte nella lotta salvezza la situazione è questa:

14 ROSKILDE 35 PUNTI DIFFERENZA RETI -24
15 HORSENS 34 PUNTI DIFFERENZA RETI -16
16 ODENSE 32 PUNTI DIFFERENZA RETI -12 (ATTUALMENTE RETROCESSA)

L’ultimo match stagionale ci vedrà in casa del già retrocesso Randers, che dopo una stagione deludente vorrà sicuramente riscattarsi. Dall’altra parte c’è il match di fuoco ROSKILDE-HORSENS. Inutile nascondersi dietro statistiche e fare tanti conti, tutte e tre le squadre coinvolte hanno un unica comune certezza, se si vince si è automaticamente salvi, noi godiamo della migliore differenza reti fra tutte, quindi un pareggio dall’altro match ci permetterebbe di confermare la categoria proprio in virtù della DR. Chiaro che non possiamo giudicare il nostro operato come fallimentare in caso di retrocessione, siamo arrivati alla 24esima giornata e fin ora abbiamo raccolto 10 punti in 10 partite, con una squadra non nostra e non abitutata a certi ritmi di gioco. Nonostante tutto cercheremo di dare ai nostri tifosi una grandissima gioia, per poi far espandere sempre di più il progetto Odense nelle prossime stagioni!

Giovanni Vecchio | Odense GF
27/09 16:58

La prima vittoria non si scorda mai!
25^esima giornata. Esordio casalingo dopo la sconfitta nella tana del Nordsjalland. Al Tre-For Park - tutto esaurito per l’esordio casalingo del tecnico - arriva il Lyngby, seconda in classifica e seria candidata al titolo. Sul piano fisico ho ereditato una squadra messa piuttosto male, e contro squadre del genere dove la differenza tecnica è già netta avere ragazzi con una scarsa resistenza rende tutto più complicato; i nostri 811 punti forza contro i loro 916 lasciano presagire una sconfitta certa e di larga misura. Impressioni che sembrano fin da subito confermate, quando dopo 20 minuti ci si ritrova già sotto di due reti. A sorpresa però, la squadra non si separa, segno che questi primi giorni stanno già lasciando segnali importanti, non una cosa scontata con una squadra in piena zona retrocessione. Al 30esimo accorciamo le distanze con bomber Ovesen e al 33esimo Thuesen pareggia i conti. Si va all’intervallo col punteggio di 2-2, è gia così una vittoria. Rientriamo in campo e il secondo tempo segue la stessa riga del primo, ritmi intensissimi, occasioni da entrambe le parti e grande aggressività del nostro Odense. Anche gli infortuni, purtroppo, non mancano e al 67esimo il terzino Chalana abbandona il campo colpito dai crampi. Nel finale di partita la qualità degli ospiti viene fuori, noi attacchiamo e chiudiamo bene gli spazi, il nostro 3-4-3 è duttile per tutte le fasi della gara e i ragazzi lo iniziano ad interpretare bene e si divertono. Quando la partita sembra ormai concludersi con un giusto pareggio il neo entrato DC Manu disegna un lancio perfetto di oltre 40 metri per l’esterno Iversen, che stoppa dribbla e con un fantastico tiro a giro piazza la palla nell’incrocio, è 3-2, è vittoria, la prima vittoria, i primi tre punti! L’esordio casalingo è sempre speciale, andò benissimo a Grottaglie, oggi lo riconfermiamo anche qui. Siamo fuori dalla zona retrocessione e probabilmente buttiamo virtualmente fuori il Lyngby dalla corsa al titolo! Prestazione al cardiopalma per L’Odense, che nonostante siano le prime partite sotto la nuova guida, con schemi di gioco mai provati e visti prima in terra Danese, si diverte, fa divertire e per il momento vince. C’è e ci sarà molto da migliorare, prima di mettere in condizioni fisiche ottimali i giocatori probabilmente dovremo aspettare il termine di questa stagione, che vede la salvezza come un obiettivo più che abbordabile per una squadra che vuole iniziare a credere in questa nuova, bellissima (si spera) favola!

Giovanni Vecchio | Odense GF
19/09 12:21

Pagina 2

login
e-mail
password
NETWORK
Football Manager
Fussball Manager
Manager de fútbol
Football Manager
LINK
Registrati gratis
Aiuto online
Squadre libere
Giornata & tabella
COMMUNITY
Notiziario
Ritrovo
Chat
SU DI NOI
Informazioni di base
Contatti
Condizioni d‘uso